La bandiera del Veneto, conosciuta come il “Gonfalone della Regione Veneto”, è composta da uno scudo partito in quattro parti. La parte superiore sinistra (prima e quarta) è di colore rosso, mentre la parte superiore destra (seconda e terza) è di colore giallo.

L’origine della bandiera del Veneto risale al periodo della Serenissima Repubblica di Venezia, che ha governato la regione per secoli. La bandiera è stata adottata ufficialmente dalla Regione Veneto nel 1975, ma la sua origine risale al XIV secolo.

Il significato dei colori della bandiera del Veneto è legato alla storia e alla simbologia della regione. Il colore rosso rappresenta tradizionalmente la città di Venezia, mentre il colore giallo rappresenta la terraferma veneta. Il rosso può anche simboleggiare il coraggio e la passione, mentre il giallo può rappresentare la ricchezza e l’abbondanza.

Inoltre, lo stemma presente nella bandiera rappresenta un leone rampante, noto come “Lion of Saint Mark” o “Leone di San Marco”. Questo simbolo è associato a Venezia e si riferisce al patrono della città, San Marco evangelista. Il leone rampante simboleggia il potere, la maestosità e l’indipendenza di Venezia.

In generale, la bandiera del Veneto rappresenta l’identità storica e culturale della regione, richiamando la grandezza della Serenissima Repubblica di Venezia e il suo legame con la città di Venezia e la terraferma veneta.